Ricerche su PCDH19

30 maggio 2018

Insieme per la ricerca PCDH19 ha attribuito 61.500 euro alla ricerca “Genetic silencing of PCDH19 as treatment for Early Infantile Epileptic Encephalopaty”, della durata di due anni, che sarà condotta da Maria Passafaro (Istituto di Neuroscienze del CNR di Milano e Alfredo Brusco (Unità di Genetica Medica dell’Università di Torino).

La ricerca ha come obiettivo quello di impiegare la tecnica dello siRNA (‘silenziamento’ del gene mutato) su modelli murini in vivo di PCDH19 (topi condizionali) e di utilizzare questi dati per futuri approcci traslazionali per le pazienti.

25 settembre 2017

Con enorme gioia e soddisfazione annunciamo che Silvia Bassani (del team di ricerca di Maria Passafaro dell’Istituto di Neuroscienze del CNR di Milano si è aggiudicata un Grant Telethon della durata di 3 anni per la ricerca “Solving the puzzle of protocadherin-19 mosaicism to understand the pathophysiology of PCDH19 Female Epilepsy (PCDH19-FE)”.

Telethon finanzia solo progetti che si basano su solidi dati preliminari. Silvia Bassani ha raccolto tali dati preliminari anche grazie i finanziamenti che da anni Insieme per la ricerca PCDH19 ha garantito al suo team di ricerca.

Grazie a questo finanziamento, il CNR potrà così continuare gli studi di identificazione dei meccanismi patogenetici e di nuove terapie farmacologiche che possano contribuire alla cura della malattia causata da mutazione di PCDH19.e del neuro-sviluppo come autismo, disabilità intellettiva ed epilessia.

28 febbraio 2017

Insieme per la Ricerca PCDH19 ha stanziato 9.000 euro per la ricerca condotta dal prof. Roberto Cosimo Melcangi, dell’Istituto di Neuroendocrinologia dell’Università di Milano, “Assessment of neuroactive steroid levels in plasma of female patients affected by PCDH-19 mutations”.

Lo studio riguarda il possibile coinvolgimento degli ormoni neurosteroidei nella patologia causata da mutazioni del gene PCDH19. Sono stati così misurati i livelli di tali ormoni nei campioni di sangue di bambine affette dalla mutazione e di bambine sane di pari età (campioni di controllo). I risultati sono stati anche messi a disposizione del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma che pure sta studiando la possibile implicazione di tali ormoni nella malattia.

20 dicembre 2016

Concluso il progetto di Maria Passafaro, “Unravelling the molecular mechanism of mutated PCDH19 function in Female Limited Epilepsy”, finanziato con 100.000 euro, da Insieme per la Ricerca PCDH19 e The Cute Syndrome Foundation.

La ricerca ha dimostrato che PCDH19 è espressa soprattutto a livello dell’ippocampo e preferenzialmente nei neuroni immaturi.

Inoltre, risultati preliminari indicano che anche questa proteina subisce un taglio proteolitico da parte di enzimi intracellulari, in grado di rilasciare la coda citoplasmatica che va a localizzarsi nel nucleo. Questo risultato è di estrema importanza, poiché mostra un ruolo nuovo della proteina nel nucleo che deve essere studiato per poter avere un quadro completo della sua funzione e poter sviluppare possibili farmaci.

27 ottobre 2016

Insieme per la Ricerca PCDH19 ha stanziato ulteriori 15.000 euro per la ricerca “Modeling Pcdh19-Associated Epilepsy With Patient-Derived Neurons” condotta dal prof. Jack Parent dell’Università del Michigan.

7 gennaio 2015

Insieme per la Ricerca PCDH19, con la collaborazione della Fondazione BNL, ha finanziato per circa 20.000 euro la ricerca “PCDH19 and the establishment of planar cell polarity in ‘iPS-derived developing neurons’ in a X-linked model of Epilepsy, della dott.ssa Alessandra Terracciano (Dipartimento di Neuroscienze dell’ Ospedale Bambin Gesù di Roma). La ricerca ha consentito di caratterizzare l’espressione e la localizzazione di PCDH19 nello sviluppo neuronale umano. Lo studio si è concentrato in particolare sulla prima fase della polarità cellulare, quando il sistema iPSC riproduce l’organizzazione del tubo neurale in fase embrionale. Questo sistema in vitro, ha consentito di studiare il coinvolgimento di PCDH19 nello sviluppo del cervello umano, definendo i tempi di espressione e la localizzazione della proteina. Sono stati così replicati i dati ottenuti da modelli animali inferiori (zebrafish e pollo) confermando il coinvolgimento di PCDH19 nella regolazione dell’adesione cellulare e nella geometria della proliferazione neuronale. Dallo studio emerge che l’espressione di PCDH19 sembra fornire alla cellula un’informazione di posizione rispetto alle altre cellule, fondamentale per il corretto sviluppo del cervello. Questi risultati chiariscono in parte il meccanismo d’azione della proteina PCDH19, e possono contribuire ad identificare una “finestra temporale” utile per un eventuale bersaglio terapeutico precoce.

17 aprile 2015

Insieme per la Ricerca PCDH19 e The Cute Syndrome Fondation hanno stanziato 20.000 dollari per uno studio avente ad oggetto “Modeling Pcdh19-Associated Epilepsy With Patient-Derived Neurons” e condotto dal prof. Jack Parent dell’Università del Michigan. Secondo le parole di Jack Parent: “The goals of our research are to understand the role of protocadherin-19 (PCDH19) in brain development and how PCDH19 mutations lead to epilepsy. To accomplish these goals, we are modeling PCDH19 Epilepsy using two cutting edge scientific approaches. First, we generate (excitatory and inhibitory) brain cells from patient skin biopsies using the induced pluripotent stem (iPS) cell method. With patient-derived brain cells in a dish, we can investigate the mechanisms by which altered nerve cell development and excitability cause seizures. We are also generating a rat model by disrupting the PCDH19 gene in a subset of cells in the embryonic rat brain. To do this we use a technique called in utero electroporation combined with sophisticated gene editing methods. We will examine how brain cells that lose PCDH19 affect development of the cerebral cortex and nerve cell excitability. Both patient-derived cell and rat models will also provide platforms to screen for new therapies to treat PCDH19 Epilepsy”.

24 giugno 2014

Insieme per la Ricerca PCDH19 continua anche quest’anno a finanziare la ricerca del prof. Jozef Gecz (Università di Adelaide- Australia) per un totale di 35.000 euro, Understanding the action of DNA mutations in PCDH19-­?Female Epilepsy (PCDH19-­?FE). Nelle parole del prof. Gecz: “Since we identified the PCDH19 gene in female limited epilepsy in 2008 we have identified that neurosteroid levels are altered in PCDH19-­?FE girls. This exciting discovery provided a plausible mechanism for PCDH19-­?FE through the action of neuronal steroids, which are well known to play important role not only in epilepsy, but also autism and learning and memory. As a result we expect to demonstrate the role of steroid hormone signaling in PCDH19-­?FE, which will pave the way for a full-­?scale case-­?controlled clinical trial of ganaxolone or allopregnanolone in PCDH19-­?FE and ultimately a targeted treatment of this disorder”.

15 marzo 2014

Insieme per la Ricerca PCDH19 ha finanziato per 8.000 euro la ricerca condotta da Nicola Specchio e Marina Trivisano (UO Neurologia – Dipartimento di Neuroscienze – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma), dal titolo Definizione degli aspetti cognitivo-comportamentali dell’epilessia associata a mutazione di Protocaderina 19 (PCDH19).

Obiettivo dello studio è definire gli aspetti cognitivi e affettivo-comportamentali dell’Epilessia associata a mutazione del gene PCDH19 e valutarne l’andamento nell’arco del tempo. Un secondo obiettivo della ricerca consiste nella correlazione degli aspetti neuropsicologici con il fenotipo critico/epilettico. Nel particolare, si vuole verificare l’influenza di variabili cliniche quali la durata della malattia, la frequenza delle crisi e dei clusters, il tipo e la durata della terapia antiepilettica, sugli aspetti neuropsicologici e mettere in evidenza quali sono le variabili che incidono maggiormente sulle funzioni cognitive. In tal modo si potrebbe valutare se l’outcome neuropsicologico sia influenzato dalla presenza di persistenti anomalie elettroencefalografiche, come accade nel caso delle encefalopatie epilettiche, oppure al contrario, se gli aspetti clinici ed EEG dipendano, in maniera indipendente, esclusivamente da fattori genetici

Febbraio 2013

Conclusa la ricerca del prof. Jozef Gecz, Understanding the molecular pathology of PCDH19 disorders. La ricerca è stata finanziata da 7 famiglie aderenti all’associazione Insieme per la Ricerca PCDH19 per un totale di 115. 000 euro.

Lo studio ha confermato l’ipotesi iniziale di un possibile coinvolgimento dell’ormone neurosteroideo allopregnanolone nella patologia causata da mutazione di PCDH19.